Climbing

ARRAMPICOLOGIA - Accettare il Volo in Arrampicata: liberarsi delle paure

Il corso di Arrampicologia nasce dall’esigenza di gestire la paura di cadere nell’arrampicata.  Tutti hanno paura! Anche il più forte scalatore ha paura di cadere e questo gli impedisce di esprimere al meglio la propria scalata.

La caduta nell’arrampicata rappresenta un elemento da tenere necessariamente in considerazione. Il tema è davvero complesso perché la consapevolezza di un’ ipotetica caduta ha due implicazioni:  da una parte la capacità di valutazione del rischio, dall’altra la necessità di accettare il “volo” come parte integrante dell’arrampicata sportiva, come momento di apprendimento e di misurazione di se stessi con il proprio limite e spunto per capire come superarlo.

L’aspetto mentale assume un ruolo principale perché il timore di cadere blocca e limita la possibilità di guardare/vivere “l’ignoto”, di risolvere un passaggio di dubbia lettura e interpretazione. È in queste situazioni che il timore di una caduta compromette lo svolgimento di una scalata in falesia, di una gara o la progressione in parete durante la scalata di una via alpinistica.

Il corso di Arrampicologia non mira pericolosamente a disinibire chiunque pratichi questo sport a tal punto da sottovalutare i rischi che una caduta può comportare; ma piuttosto a raggiungere la consapevolezza che una caduta può essere gestita sia da chi cade, sia da chi fa da assicuratore. Il fine è quello di raggiungere consapevolezza e le COMPETENZE per valutare i pericoli oggettivi, imparare a fare assicurazione al compagno così da limitare eventuali danni e rischi per la propria incolumità e gestire situazioni di stress che possano portare all’ostacolo mentale del “non oso perché ho paura”  in contesti in cui la caduta/rischio sarebbe accettabile.

Si farà un’analisi della paura nell’arrampicata da una prospettiva nuova, alternativa, vale a dire superare la paura NON focalizzandosi su di essa. Al corso non si parlerà della paura; la paura non esiste come entità tangibile, siamo noi a costruirla nella nostra mente. Così per come la costruzione nasce dalla mente, la distruzione, l’annientamento deve nascere dalla stessa.

arrampicologia